Studio Casagrande aprile 10, 2018 Nessun commento

Detrazione IVA e deduzione del costo di acquisto dei carburanti dal 1 luglio 2018

Detrazione IVA e deduzione del costo di acquisto dei carburanti dal 1 luglio 2018

Ricordiamo ai sig.ri Clienti che dal prossimo 1° luglio 2018 per esercitare la detrazione dell’Iva relativa all’acquisto o all’importazione di carburanti e lubrificanti per autotrazione è obbligatorio effettuare pagamenti tracciati in sede di acquisto.

 

Sono considerati validi strumenti di pagamento tracciati:

  1. gli assegni, bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali;
  2. i pagamenti elettronici (articolo 5 D.Lgs. 82/2005), tra i quali, a titolo meramente

esemplificativo: l’addebito diretto, il bonifico bancario o postale, il bollettino postale,

le carte di debito, di credito, prepagate ovvero gli altri strumenti di pagamento

elettronico disponibili, che consentano anche l’addebito in conto corrente.

Quindi, dal prossimo 1° luglio, le cessioni di carburante (i lubrificanti, in tal caso, non vengono richiamati) dovranno essere accompagnate da fatturazione elettronica sia per le cessioni effettuate presso i distributori stradali, sia  presso grossisti o consorzi di acquisto e dal pagamento tracciato.

E’ ammissibile anche lo strumento del “netting” con pagamento mediante RID bancario delle fatture della compagnia petrolifera.

Si ricorda che per poter ricevere la fattura elettronica, l’esercente del distributore di carburante o la società petrolifera (nel caso di “netting”) devono essere in possesso della casella PEC dell’impresa o del codice identificativo Sdi nel caso l’impresa riceva le fatture elettroniche tramite tale codice.

Attualmente non ci sono altri chiarimenti in merito. Restiamo a disposizione e comunicheremo i prossimi aggiornamenti.

Fonte:

Provvedimento Direttoriale n. 73203 del 4 aprile 2018

www.ecnews.it