tax
Studio Casagrande settembre 12, 2017 Nessun commento

Cambiano le percentuali di imponibilità dei dividendi percepiti sugli utili conseguiti dal 2017 e delle plusvalenze su cessione di partecipazioni (capital gain) conseguite a partire dal 2018.

La modifica è stata effettuata a seguito della riduzione dell’aliquota IRES dal 2017 che è passata dal 27,50% al 24%.

I casi interessati sono:

–              soci Irpef qualificati (soci che hanno una percentuale di diritti di voto esercitabili nell’assemblea ordinaria superiore al 2 o al 20 per cento ovvero una partecipazione al capitale od al patrimonio superiore al 5 o al 25 per cento, a seconda che la società sia quotata o meno) e soggetti non ires che percepiscono dividendi relativi ad utili formati dal 2017 (periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31/12/2016), la percentuale di imponibilità sale dal 49,72% al 58,14%.

–              enti non commerciali che percepiscono dividendi, la percentuale di imponibilità sale dal 77,74% al 100%.

–              plusvalenze realizzate in regime d’impresa e da persone fisiche qualificate per cui il capital gain costituisce reddito diverso, per le quali la percentuale di imponibilità sale dal 49,72% al 58,14% e parallelamente anche la quota deducibile della minusvalenza sale della stessa percentuale.

Restano invariati invece:

–              la ritenuta d’imposta alla fonte per i dividendi dei soci non qualificati al 26%

–              la quota imponibile dei dividendi percepiti da soggetti IRES al 5%

–              l’esenzione delle plusvalenze realizzate da soggetti IRES al 95%.

Decorrenza

Dividendi: la decorrenza è dalle distribuzioni di utili formati dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31/12/2016.

Plusvalenze e minusvalenze: è dagli atti di realizzo posti in essere dal 1 gennaio 2018; le plusvalenze derivanti da atti stipulati fino al 31/12/2017, anche se il corrispettivo dovesse essere incassato nel 2018, sconteranno la percentuale di imponibilità oggi in vigore (49,72%).

Fonti:

Decreto M.E.F. 26 maggio 2017 (G.U. 160 del 11/07/2017)

Il Sole 24 Ore